Svantaggi

In Internet spesso si forniscono false informazioni, in particolare nelle fasi iniziali di un rapporto quando l’impegno è basso, e l’auto-presentazione e l’arricchimento dell’agenda sono di primaria importanza. Dopo aver ricevuto molte lamentele per il suo sito di social networking “Ashley Madison”, il fondatore Noel Biderman ha risposto alle accuse che il suo e altri siti simili di cyber-incontri sono tra le cause per i “tassi di divorzio in aumento e la crescita degli appuntamenti casuali”. Biderman ha sostenuto che l’idea di porno italiano Ashleymadison.com gli è venuta quando si è reso conto che un numero crescente di persone nei “siti d’appuntamenti più famosi” era sposato o in una porno italiano relazione, ma fingeva di esser single, al fine di iniziare una relazione. In uno studio empirico sull’impegno e le false dichiarazioni su internet Cornwell e Lundgren (2001) hanno intervistato 80 utenti di chat-room. Una metà riguardo le loro relazioni nella vita vera, e l’altra metà riguardo le loro relazioni nel cyberspazio. Essi hanno scoperto che le relazioni nello “spazio reale” erano considerate più serie, con maggiori sentimenti di impegno, rispetto alle cyber-relazioni. Entrambi i gruppi, tuttavia, hanno riportato simili livelli di soddisfazione e di potenziale ‘porno italiano’ per quanto riguarda le relazioni sentimentali. Cornwell e Lundgren hanno continuato a chiedere se i partecipanti avevano fornito false informazioni su se stessi ai propri partner in una serie di ambiti: i loro interessi (ad esempio hobby, gusti musicali); la loro età; il loro background; il loro aspetto e il ‘travisamento di se stessi in qualsiasi altro modo’.

Una coppia di sesso

Zoo in Giappone e Germania hanno anche documentato coppie omosessuali di pinguini maschi. Le coppie hanno dimostrato di poter costruire nidi insieme e hanno usato una pietra come sostituto di un uovo. I ricercatori della Rikkyo University di Tokyo hanno trovato 20 coppie omosessuali in 16 grandi acquari e negli zoo in Giappone. Lo zoo di Bremerhaven in Germania ha cercato di incoraggiare la riproduzione dei pinguini di Humboldt in via di estinzione importando femmine dalla Svezia e separando tre coppie di sesso maschile, ma questo non ha avuto successo. Il direttore dello zoo ha detto che i rapporti erano “troppo forti” tra le coppie sesso e omosessuali. Gruppi omosessuali tedeschi hanno protestato contro questo tentativo di rompere le coppie maschio-maschio, ma il direttore dello zoo ha dichiarato “Noi non possiamo sapere se le tre coppie maschili sono realmente omosessuali o se sono solo legate a causa di una carenza di femmine… qui nessuno vuole separare forzatamente delle coppie omosessuali.” Una coppia di pinguini di Magellano di sesso maschile che aveva condiviso un cunicolo per sei anni nello zoo di San Francisco e cresciuto un pulcino surrogato,  si è divisa nel momento in cui il maschio di una coppia nel cunicolo vicino è morto e la femmina ha cercato un nuovo compagno.

Buddy e Pedro, una coppia di pinguini africani maschi, sono stati separati dallo zoo di Toronto per farli accoppiare con pinguini femmina. Buddy da allora si è accoppiato con una femmina. Suki e Chupchikoni sono due pinguini africani femmina che hanno formato una coppia al Ramat Gan Safari in Israele. Si credeva Chupchikoni fosse di sesso maschile fino a quando il suo sangue non è stato testato.

Nel 2014 Jumbs e Hurricane, due pinguini di Humboldt nel Wingham Wildlife Park sono arrivati al centro dell’attenzione dei media internazionali come due pinguini maschi che hanno formato una coppia per un certo numero di anni prima e poi allevato con successo un uovo dato loro come genitori surrogati dopo che la madre l’aveva abbandonato a metà strada attraverso l’incubazione.

 

Quantita di materiale pornografico

Nel 1986, una revisione degli studi epidemiologici di Neil M. Malamuth ha scoperto che la quantità di materiale porno visto dagli uomini era positivamente correlata con il grado di approvazione della violenza sessuale. Il lavoro di Malamuth, descrive Check (1984), che ha trovato tra un diversificato campione di uomini canadesi che una maggiore esposizione alla pornografia ha portato ad una maggiore accettazione dello stupro, della violenza contro le donne, e un’insensibilità sessuale generale. In un altro studio, Briere, Corne, Runtz e Neil M. Malamuth, (1984) hanno riportato correlazioni simili in un campione che coinvolgeva i maschi del college. D’altra parte, l’impossibilità di trovare una correlazione statisticamente significativa in un altro studio precedente ha portato Malamuth ad esaminare altre correlazioni interessanti, che hanno preso in considerazione le informazioni sulla sessualità che i soggetti campione avevano ottenuto nella loro infanzia, e la pornografia si è rilevata la seconda più importante fonte di informazioni. Tuttavia il lavoro di Malamuth è stato criticato da altri autori, come Ferguson e Hartley (2009), che sostengono come Malamuth abbia messo in risalto i risultati positivi e non sempre adeguatamente discusso i risultati nulli. Questo significava anche che questi uomini tendevano ad evitare relazioni sentimentali o più serie e le relazioni intraprese non duravano a lungo.

L’industria porno

Negli Stati Uniti, l’industria cinematografica del sesso trova il suo fulcro nella San Fernando Valley di Los Angeles. In Europa, Budapest è considerata come il centro dell’industria. La pirateria, la copia e la distribuzione illegale, di materiale per adulti è oggetto di grande preoccupazione per l’industria porno,  di contenzioso, e ha dato vita a diversi sforzi anti-pirateria.

La ricerca riguardante gli effetti della pornografia si interessa dei suoi molteplici risvolti. Tale ricerca include risultati su potenziali influenze sullo stupro, violenza domestica, disfunzione sessuale, difficoltà con i rapporti sessuali, e l’abuso porno sessuale dei minori. Gli spettatori sottoposti a immagini pornografiche estreme potrebbero diventare tolleranti a tali immagini, che possono avere un impatto sulla risposta sessuale. Al momento, non ci sono prove che le immagini visive e i film possano creare dipendenza. Diversi studi concludono che la liberalizzazione del porno nella società possa essere associata ad una diminuzione dei tassi di stupro e di violenza sessuale, mentre altri suggeriscono alcun effetto, o non sono conclusivi. Uno studio Accademico del 2012 ha esaminato 308 giovani donne adulte universitarie impegnate in romantiche relazioni eterosessuali, esaminando il grado di correlazione tra il loro benessere psicologico e relazionale e l’uso della pornografia dei loro partner. È stata trovata una correlazione negativa, che è peggiorata per i rapporti più lunghi per quanto riguarda la soddisfazione porno sessuale delle donne.

Ricerca di animali

Molti degli animali utilizzati negli studi di laboratorio sull’omosessualità non sembrano mostrare spontaneamente queste tendenze spesso in natura, come del video porno. Tale comportamento è spesso suscitato e esacerbato dai ricercatori durante la sperimentazione attraverso la distruzione di una parte del tessuto cerebrale, o esponendo l’animale ad alti livelli di ormoni steroidei in fase prenatale. Le informazioni raccolte da questi studi sono limitate se applicate a comportamenti spontanei di sesso omossessuale negli animali al di fuori del laboratorio. La presenza di comportamenti omosessuali non è stata “ufficialmente” osservata su larga scala fino a tempi recenti, forse a causa di pregiudizi dell’osservatore causata da atteggiamenti sociali nei confronti dei comportamenti omosessuali e porno italiano, una confusione innocente, o anche da una paura di “essere ridicolizzati dai propri colleghi”. Il biologo Janet Mann della Georgetown University afferma “Gli scienziati che studiano l’argomento sono spesso accusati di tentativo di inoltrare un ordine del giorno, e il loro lavoro può venire sotto un maggiore controllo rispetto a quello dei loro colleghi che studiano altri argomenti . Essi hanno anche osservato “Non ogni atto sessuale ha una funzione riproduttiva … questo è vero per gli esseri umani e non-umani. ” Sembra essere diffuso tra uccelli e mammiferi sociali, in particolare i mammiferi marini e i primati. La reale portata della omosessualità negli animali non è nota. Mentre gli studi hanno dimostrato comportamenti omosessuali in un certo numero di specie, Petter Bockman, il consulente scientifico della mostra Against Nature? nel 2007, ha ipotizzato che la reale portata del fenomeno potrebbe essere molto più grande di quanto non sia stata poi riconosciuta:Non è stata trovata alcuna specie in cui non sia stata dimostrata l’estistenza di un qualche comportamento omosessuale, con l’eccezione di specie che non fanno mai sesso, come i ricci di mare e l’afide. Inoltre, una parte del regno animale è ermafrodita, quindi veramente bisessuale. Per loro, l’omosessualità non è un problema.

Impegnarsi in relazioni su Internet

Impegnarsi in relazioni su Internet è anche rischioso perché le informazione messe in rete su un individuo non deve essere accurate. Un individuo può far finta di essere una persona completamente diversa e mettersi nei panni di questa persona, finché lo desidera. Questo può essere dannoso per gli individui che sono onesti circa le loro identità e credono di trovarsi all’interno di un rapporto positivo o di amicizia con l’individuo. Questo concetto è stato recentemente illustrato nello show televisivo, Catfish: La serie.

Le relazioni su film porno gratis di Internet offrono una nuova prospettiva sulla definizione di una relazione. Alcune persone considerano i rapporti su internet da classificarsi come una relazione vera e propria mentre altri sostengono come le relazioni nella vita reale siano molto più serie. Trent Parker e Karen Wampler hanno condotto uno studio qualitativo per scoprire le diverse percezioni dei rapporti su internet sulla base delle differenze di genere. Attraverso il loro studio hanno scoperto che le relazioni su film porno gratis di Internet vengono considerate meno importanti di una relazione che comportano un rapporto fisico. Attraverso i risultati dello stesso studio Parker e Wampler hanno anche concluso che le donne considerano le attività sessuali su Internet, come il porno su Internet in modo molto più grave rispetto agli uomini. “La differenza principale tra una relazione su internet ed una relazione è che in una relazione, la coppia si viene incontro per impegnarsi nel rapporto. Con le relazioni su Internet, d’altra parte, la coppia raramente si incontra. Questo offre un vantaggio unico alle relazioni su film porno gratis di internet.”

Il sesso virtuale

Il sesso virtuale, chiamato anche sesso al computer, film porno sesso online, netsex e, colloquialmente, Cybering, è un incontro di sesso virtuale in cui due o più persone collegate a distanza tramite rete telematica si scambiano messaggi sessualmente espliciti che descrivono un’esperienza porno sessuale. In una delle sue forme, questo sesso di fantasia vede i partecipanti intenti a descrivere le loro azioni e a rispondere ai loro partner di chat in una forma per lo più scritta atta a stimolare i propri sentimenti sessuali e fantasie. Il sesso virtuale spesso comporta masturbazione nella vita reale. La qualità di un incontro di film porno cibernetico dipende in genere dalle capacità dei partecipanti di evocare un’immagine mentale viscerale e vivida nella mente dei loro partner. L’immaginazione e la sospensione dell’incredulità sono anche di fondamentale importanza. Il film porno virtuale può avvenire sia all’interno del contesto di relazioni esistenti o intime, per esempio tra degli amanti che sono geograficamente separati, o tra individui che non hanno alcuna conoscenza preliminare l’uno dell’altro e che vengono incontrati in spazi virtuali o cyberspazi e può anche avvenire in forma anonima. In alcuni contesti il sesso cibernetico è reso più intenso grazie all’uso di una webcam per trasmettere video in tempo reale ai partner. I canali utilizzati per cercare sesso virtuale non devono essere necessariamente dedicati esclusivamente a questo argomento, ed i partecipanti in qualsiasi chat di Internet possono improvvisamente ricevere un messaggio con ogni possibile variazione del testo “Vuoi fare sexting?”, “Ti va di avviare la cam?” o una richiesta di “C2C” / “C4C” (“cam a cam” e “cam per cam”, rispettivamente).

Intrattenimento pornografico in mostra nella vetrina di un sex shop.

Di solito è prevista un’età minima per entrare in un negozio di articoli video porno. La maggior parte dei paesi cerca di limitare l’accesso dei minori ai contenuti più spinti, limitandone la disponibilità ai sexy shop, alla vendita per corrispondenza, e ai canali televisivi che i genitori possono oscurare. Di solito c’è un’età minima per poter entrare nei negozi video porno, o gli articoli vengono mostrati solo parzialmente, o non esposti affatto. Più in generale, la diffusione di pornografia a un minore è spesso illegale. Molti di questi sforzi sono stati resi praticamente inutili dall’ampia disponibilità di video porno su Internet. Una legge statunitense che è stata bocciata, avrebbe reso queste stesse restrizioni applicate a Internet. Negli Stati Uniti, una persona che riceve della posta commerciale indesiderata, che lui o lei ritiene pornografica (o offensiva), può ottenere un ordine di divieto, sia contro tutta la posta inviata da un particolare mittente, o contro tutta la posta sessualmente esplicita, rivolgendosi al Servizio Postale degli Stati Uniti. Nonostante un ampio lavoro per accertare la verità di queste voci, le forze dell’ordine non sono riuscite a trovare alcun riscontro nella realtà. Alcune persone, tra cui il produttore pornografico Larry Flynt e lo scrittore Salman Rushdie, hanno sostenuto che la pornografia è vitale per la libertà e che una società libera e civile dovrebbe essere giudicata per la sua disponibilità ad accettare la pornografia.